Altro ritorno “on the road”

Dopo aver chiuso definitivamente con la moto, eccomi a vivere nuovamente uno di quei momenti…”fastidiosi” ma avventurosi, che fanno parte del gioco, come appunto un forte temporale improvviso.
Ecco di nuovo quel ritrovarsi bagnati fradici e infreddoliti, magari anche un po’ incazzati, ma in fondo contenti, perchè di certo restando sul divano non sarebbe accaduto.

Da un po’ di tempo sto uscendo con una compagnia di appassionati di montagna e camminate, conosciuta tramite i gruppi facebook (quindi non c’è solo fogna).
Organizzano qualcosa praticamente ogni weekend e spesso anche in serate infrasettimanali, visto che molti abitano abbastanza vicini alle montagne e riescono a conciliare queste uscite con il lavoro.

Mercoledì sera ,con mezz’oretta di permesso su lavoro, sono andato anch’io. Bellissima serata.
Arrivati in vetta, sotto la tipica croce, in pochi minuti eravamo già tutti armati di bicchieri di plastica con lo spritz, mentre un tizio distribuiva anche bicchierini del suo genepy (ancora prima di iniziare a mangiare).
Era anche il compleanno di una persona che ha avuto il “coraggio” di portarsi nello zaino la torta; e mica una torta secca, no: con la panna e le fragole! Ma come ha fatto a mantenere un aspetto decente?

Tutti facevamo foto al cielo pieno di nuvole nerissime molto affascinanti, finché ad un certo punto ,quando ormai eravamo fortunatamente a buon punto col consumo di cibarie e di varie bottiglie di vino, ha iniziato a grandinare.
Le palline di ghiaccio finivano nei bicchieri e noi ancora ridevamo spavaldi: “dai che così lo spritz è più buono!“, oppure “copri il vino sennò si annacqua!“.
Intanto veniva giù sempre più forte, ma chi se ne fregava? Continuavamo a gustare la torta, sotto al ticchettio della pioggia che batteva sui cappucci del nostro abbigliamento più o meno impermeabile.

Ad un certo punto sono arrivati lampi e tuoni… e abbiamo smesso di scherzare, rendendoci conto di essere in vetta con anche una croce in ferro e i nostri bastoncini da trekking metallici.
In fretta e furia abbiamo finito di sbaraccare l’immondizia e siamo scesi a chiappe strette fino all’inizio del bosco, poi io ho iniziato a ridere contentissimo mentre la pioggia scendeva a secchiate, il sentiero era diventato un torrente e i lampi facevano più luce delle nostre lampade frontali.

Tutti ci siamo bagnati fino alle mutande, anche chi aveva l’abbigliamento impermeabile completo dalla testa fino alle scarpe. Completamente fradici.
La pioggia battente non smetteva.
Io toccavo le foglie e le cortecce, ascoltavo il rumore della pioggia e dei tuoni, guardavo le pioggia illuminata dal fascio della mia luce frontale, cercavo di percepire e memorizzare il più possibile di quel momento.
Ho pensato a quelle persone che darebbero qualunque cosa per poter essere sotto a quel temporale ma non possono
a causa di gravi problemi di salute.
Speravo solo che non si bagnassero troppo il telefonino e il portafogli (e che non succedesse niente di grave) e basta: tutto il resto era musica e magia.
E’ un privilegio poter vivere una serata così, assieme a della bella gente.
Un privilegio di cui mi rendo conto soprattutto adesso.

A casa non aveva piovuto. A coprifuoco abbondantemento violato, mentre attraversavo il cortile condominiale pesante dei litri d’acqua contenuti nei miei vestiti e facendo “plaf plaf , gneck gneck” camminando sull’asfalto completamente asciutto, sembravo uno caduto in una piscina.

Ho acceso il riscaldamento anche se c’erano già 20 gradi, ho strizzato i vestiti e li ho appesi ad asciugare. Mi sono lavato con acqua bollente e poi mi sono infilato indumenti asciutti…e…quel momento, quel momento in cui ti rendi conto di avere una casa calda e dei vestiti asciutti… è una sensazione… emozionante.
Sono andato a letto, ho guardato le foto mie e quelle nel frattempo pubblicate sul gruppo dagli altri partecipanti alla umida escursione, poi mi sono addormentato col sorriso.
Mercoledì. Era solo mercoledì.
La vita, quando vuole, sa essere bellissima. Quando vuole.

It’s amazing
With the blink of an eye, you finally see the light
It’s amazing
When the moment arrives that you know you’ll be alright
It’s amazing
And I’m sayin’ a prayer for the desperate hearts tonight
(Aerosmith – Amazing)
https://youtu.be/IE5qzMqXWtE

Pubblicato da LatteScaduto

Tutto scade, prima o poi...

15 pensieri riguardo “Altro ritorno “on the road”

  1. Io oggi pomeriggio sono andata con alcune colleghe sulla spiaggia a prendere aria. Sono state delle belle ore di svago. Nessun temporale per fortuna, solo un po’ di vento. Però quella sensazione dell’aria salmastra al viso, quel profumo di mare e di fresco mi ha reso più leggera, almeno per un po’. Capisco ciò che scrivi, anche se sicuramente la mia piccola esperienza quotidiana non ha sortito le stesse emozioni della tua bella serata in montagna.

    "Mi piace"

    1. Non è mica una gara. L’importante è stare bene.
      Io sto godendo tantissimo la solitudine, ma ogni tanto ho voglia di fare anche 2 chiacchiere e vedere gente nuova. In tal caso mi sto trovando bene con i gruppi su Facebook.
      Per settimana prossima, se non piove, c’è già in programma il giro del lago di varese (27km).
      Anche stamattina sono andato a fare 10km di camminata con un gruppo che si è ritrovato qui a pochi passi da casa mia.
      E mentre camminavamo ci siamo imbattuti in un gruppo di circa 30 persone in bicicletta che aspettavano di partire (gruppo di schiappe, tutti vestiti con pantaloncini o leggins, bici dalla mountain bike del decathlon alla graziella col castino davanti), avevano una bandierina o io ho preso nota. Li ho già trovati. Magari qualche giorno uscirò anche in bici con loro.

      "Mi piace"

          1. Ma NON tira aria maliziosa, né con me, né tra altri.
            Solo 1 volta mi è capitato che una…. mi buttasse lì con disinvoltura (molta, troppa disinvoltura) delle frasi… che… insomma, sai quando pensi “ma…oh dio… ma… ma no… forse ho capito male io” e poi invece ,siccome facevo finta di non capire, lei ci ha riprovato. Più volte.
            Ovviamene era una 60enne (tenuta super-bene, ma sempre 60enne) pure parecchio strana (psicologicamente). Direi anche un po’ rompiballe e polemica per ogni menata che uno che scriveva sui social, una che andrebbe bene a fare l’opinionista nei reality, insomma una che è meglio perdere che trovare. Infatti vedo che nel gruppo non se la caga nessuno.
            Cmq al momento io sto cercando solo amici e preferisco tenermi lontano da…dai “guai” 😀

            "Mi piace"

              1. E’ sempre così.
                Quando puoi sei un uomo, è anche peggio. Nel senso che se un uomo non fa niente per cercarsele è più difficile che una donna prenda l’iniziativa e di conseguenza ,quando succede, queste donne saranno sicuramente particolarmente poco attraenti (esteticamente, ma non solo).
                Cioè, se io ho una bellezza… facciamo a livello 50, se io mi do da fare posso avere successo con qualche donna di bellezza attorno ai 50, ma se invece non faccio niente le uniche donne che prendono l’iniziativa con me sono delle “depresse iperattive” di livello 10 o 5.
                Se fossi George Clooney potrebbero saltarmi addosso anche delle donne a livello 90…. …ma a quel punto sarebbe una faticaccia :’D

                "Mi piace"

        1. Sono curioso. Se non è qualcosa di personale, posso sapere il perché di questa scelta?
          Sicuramente un amico stretto e storico vale più di 1000 amici conosciuti “al volo”, ma non è detto che abbia gli stessi interessi. Lo trovo… limitante.

          "Mi piace"

          1. Faccio un lavoro delicato e con i colleghi cerchiamo di usare tutte le precauzioni per non correre e non fare correre agli altri rischi inutili; non posso essere più esplicita, mi dispiace. In famiglia sai che cosa ho passato con mio padre i mesi scorsi, è ancora in una situazione delicata e non posso rischiare la sua salute. Quando questa situazione sarà passata potrò pensare a espandere le mie frequentazioni, ma per ora devo fare questo sacrificio.

            "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: